Trasmettere la biodiversità alle generazioni future

Dal 1994, i Giardini di Pomona realizzano e sostengono questo obiettivo in Puglia, a Cisternino, in Valle d’Itria, la valle dei trulli.

Una donazione per salvare Ostaria

A partire da febbraio 2024, con consegna a giugno ‘24, quando le piantine saranno radicate e in fogliazione, avrete la possibilità di prenotare Ostaria e ricevere un racconto di questo straordinario ritrovamento scritto da Paolo Belloni.

Raggiungi i Giardini

Venirci a trovare per scoprire il nostro conservatorio botanico e soggiornare nei nostri trulli.

Visita

Un memorabile percorso
storico botanico nella biodiversità.

La collezione principale è dedicata alla specie Ficus carica600 tra fichi afgani, bosniaci, francesi, portoghesi, albanesi, israeliani e naturalmente italiani e pugliesi: si tratta della collezione fra le più importanti d’Europa e del bacino del Mediterraneo, per qualità e varietà.

Percorso di visita dei Giardini di Pomona
Trulli dove soggiornare nei Giardini di Pomona

Soggiorna

Le case di Pomona: PanachéVernèaDottato. Tre varietà di fichi, tre modi di vivere i Giardini di Pomona più uno: scopri anche il nostro Ostello.

Experience

Nel paradiso dei frutti antichi

Conservare, trasformare, gustare. Diverse esperienze da vivere da soli o in gruppo con gli esperti nella conservazione e trasformazione della frutta dei Giardini di Pomona.

La vita segreta dei Giardini di Pomona

Attività sperimentale condotta nel novembre 2021 dalla classe 3A Biotecnologie ambientali dell’IISS “Galileo Ferraris” di Molfetta.

Nel 2023, l’attività è continuata con la 5A dello stesso istituto.

VERA – Sustainable agricultural models for biodiversity preservation

L’Azienda Agricola Dimostrativa “I Giardini di Pomona” di Paolo Belloni è partner del progetto europeo VERA – Sustainable agricultural models for biodiversity, finanziato nell’ambito del primo bando per small-scale projects del Programma Interreg Italia-Croazia 2021–2027, Asse Prioritario 2 “Ambiente condiviso verde e resiliente”, Obiettivo Specifico 2.2 “Migliorare la protezione e la conservazione della natura, della biodiversità e delle infrastrutture verdi, anche nelle aree urbane, e ridurre tutte le forme di inquinamento”.

“I dieci ettari del Conservatorio, condotti con metodo biologico, abbinano la conservazione della natura all’accoglienza turistica a basso impatto, in un contesto paesaggistico di grande fascino.”

Paolo Belloni

Fondatore del Conservatorio botanico I giardini di Pomona

Unisciti alla nostra community

Tieniti al corrente con tutto ciò che può esserti utile sapere.